Wednesday, 12/12/2018 | 9:46 UTC+1
Circolo Svizzero

Venezia: Svegliati Penelope

Condividi su:

martedì 21 febbraio – ore 18:30
Palazzo Trevisan degli Ulivi – Consolato di Svizzera
Campo S. Agnese /Dorsoduro 810 – Venezia

Svegliati Penelope / Poesia – Voci – Violino

Evento collaterale alla mostra «anche soltanto scorrendo» – Opere di Franco Beltrametti, poeta e artista visivo, 3 – 28 febbraio 2017

Concept: Alfred Knüsel
Mezzo soprano: Miriam Wettstein, Violino: Yvo Wettstein
Musica: Niccolò Paganini, Alfred Knüsel
Testi: Franco Beltrametti and friends
Le voci recitanti dei poeti (amici di Franco) saranno quelle di:
Rita Degli Esposti, Francesco Giusti, John Gian, Armando Pajalich e Simon Pettet

Alfred Knüsel
Compositore svizzero, nasce nel 1941 a Lucerna. Consegue il diploma concertistico di violoncello.
Studi di composizione a Lucerna, Zurigo e Parigi con Nadia Boulanger.
Nel 1980 viene insignito del premio artistico della città di Lucerna e nel 1995 riceve il premio della “Kulturfest Baselland”.
Le opere di Alfred Knüsel vengono eseguite in Svizzera e all’estero e nei festival internazionali di musica contemporanei. I suoi CD sono usciti per l’etichetta Classic 2000 e trasmessi dalla Radio DRS 2.
Nel 2016 ha ricevuto un premio per merito e lode alla sua carriera di compositore.

Miriam Wettstein, Mezzosoprano.
Nata e cresciuta a Basilea. Dopo il diploma di Canto al Conservatorio superiore di Losanna da Katharina Begert,
prosegue gli studi da Elisabeth Glauser a Berna. Ha frequentato lo studio d`Opera “gioco vocale” a Ginevra e OVS a Zurigo.
Miriam Wettstein dedica, assieme al repertorio classico, molto tempo all`interpretazione della musica contemporanea.
Grazie al suo virtuosismo ed alla modulazione vocale, esegue numerose prime interpretazioni di compositori contemporanei
che le dedicano i loro brani. Miriam Wettstein vive ed insegna a Lucerna.

Yvo Wettstein, Violino
Nato e cresciuto a Lugano. Dopo il Diploma di insegnamento con Carlo Chiarappa, segue il Diploma di
Perfezionamento con Pierre Amoyal ed il Diploma Solistico con Giuliano Carmignola.
Suona come Spalla con diverse orchestre ed in diverse formazioni cameristiche.
Yvo Wettstein suona un Violino di Giuseppe Scarampella del 1871.

Francesco Gregorio Giusti Poeta. E’ stato protagonista di mostre, performances e letture pubbliche. Ha collaborato con molte riviste: ZETA, MGUR, STEVE, Anterem, NUOVIARGOMENTI, Smerilliana, di cui è redattore, in Italia; Coyote’s Journal (USA); “mini”, Orte, e-vento-obiquo(Svizzera); Infolio (inghilterra); Zeitschrift Fur Alles (Germania); AIOU, DOC(k)S (Francia); Ilandron (Cipro). Di recente ha pubblicato: “E torna l’autunno” novembre 2017, Smerilliana. Il primo libro, INDICE NATURALE, risale al 1988, Campanotto. Con Rita Degli Esposti e John Gian ha fondato VENEZIAUNDERTIDE, rivista di poesia e immagini completamente fatta a mano. Con i suoi testi e letture dal vivo è stato più volte presente a Radio3 Fahrenheit e a Radio3 Suite.

Simon Pettet è un poeta inglese che vive da molto tempo a New York nel Lower East Side. Autore di Lyrical Poetry (1987), e di More Winnowed Fragments (2006), Hearth (2008) e As A Bee (2014), gli ultimi tre pubblicati da Talisman House Publishers. Pettet ha curato una selezione di testi d’arte del poeta James Schuyler (Black Sparrow,1998) e selezionato, in collaborazione con James Meetze, una raccolta di poesie inedite di Schuyler, dal titolo Other Flowers (Farrar, Straus & Giroux, 2010). Ha collaborato con il pittore Duncan Hannah all’edizione di un libro d’arte a tiratura limitata, Abundant Treasures, (Granary, 2001) e ha intervistato il fotografo e regista svizzero Rudy Burckhardt , lavoro che ha poi dato vita al libro Conversations with Rudy Burckhardt About Everything (Vehicle) e a Talking Pictures (Zoland, 1994). Pettet è al momento a Venezia, ospite come artista residente della Emily Harvey Foundation.

Rita Degli Esposti si è dedicata fin da giovanissima alla poesia e per una quindicina di anni anche al teatro. Molte esperienze di festival internazionali di poesia con reading e performances. Ha scritto diversi libri in versi (Amrita, In livrea di transizione, The tiger in the mirror, Sul calesse di Andrea, ecc) e tradotto tra gli altri, libri di Cid Corman, Kathy Acker, James Koller, Gary Snyder. Ha collaborato a diverse riviste di poesia e fin dalle prime pubblicazioni con la casa editrice Supernova di Venezia. Con Franco Beltrametti ha avuto lunga amicizia e ha condiviso periodi di vita e arte, come i Racconti a Quattro negli anni ottanta.

John Gian. Poeta, artista visivo e organizzatore. Dal 1977 numerose pubblicazioni e partecipazioni con letture, performances e opere visive (anche in collaborazione con altri poeti e artisti) a eventi internazionali. Oltre che in Italia sue opere sono state pubblicate e tradotte in antologie e riviste di letteratura e arte in vari paesi europei, Australia, Israele e U.S.A.. Ultimi libri: -P- (25-27), Lato Selvatico 2012, Tensioni, edizioniedite 2015.

Armando Pajalich (Venezia, 1949), poeta, saggista, traduttore e gia’ Professore Ordinario di Letteratura Inglese presso l’Universita’ di Venezia Ca’ Foscari. Il suo primo libro di poesia fu Un po’ di poesia (1975). Il piu’ recente e’ Quatto Stagioni, a Kerkyra, alla luna (2012). Fra gli altri: Cantari di Penelope e di Gilgamesh (1993).

L’esposizione è curata da Rita Degli Esposti e John Gian e organizzata dalla Fondazione Franco Beltrametti con la collaborazione dell’Archivio svizzero di letteratura.

Franco Beltrametti (1937-1995) nasce a Locarno in Svizzera e nel 1963 si laurea in architettura al Politecnico di Zurigo. Intraprende una serie di viaggi tra l’Europa, il Giappone e l’America e insegna architectural design alla Kyoto University e al Cal Poly di San Luis Obispo in California. A partire dal 1971 si stabilisce a Riva San Vitale e dal 1976 abbandona definitivamente la professione d’architetto per vivere della sua arte. Le sue raccolte di poesia e di narrativa includono Nadamas e Un altro terremoto (1971), The Thoughts of Captain Alexis (1987), Tutto questo (1991) e Choses qui voyagent (1995), con diverse traduzioni. Ha esposto le sue opere artistiche anche a Kyoto, Parigi, Zurigo e in Italia, e ha collaborato a riviste poetiche internazionali come Tam-Tam, Montagna Rossa, Paria, Cervo Volante e Coyote’s Journal.

Per info: Coordinazione Palazzo Trevisan, T +39 041 5225996 – eventisvizzeri@palazzotrevisan.it

About

Contatti

[@]direzione@svizzeri.ch
[T]+39 06 4402109
Avvertenze e Privacy
Società Svizzera S.S.D.
P.IVA 14081081003
C.F. 97707560583

link amici

link utili