Sunday, 16/12/2018 | 10:28 UTC+1
Circolo Svizzero

Svizzera: buone pratiche per il commercio delle materie prime

Condividi su:

Il 28 novembre 2018 il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) e la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) hanno lanciato una guida di buone pratiche in materia di rispetto dei diritti umani nel commercio delle materie prime. Frutto di un dialogo con le ONG, il settore privato e le autorità del Cantone di Ginevra, è stata preparata congiuntamente con l’Institute for Human Rights and Business (IHRB) di Londra e si tratta del primo documento di questo tipo a livello mondiale.

Il commercio delle materie prime è un settore importante dell’economia svizzera e, come le altre attività economiche, deve garantire la sua prosperità mantenendo sempre il rispetto dei diritti umani. La promozione di tali diritti occupa un ruolo centrale nella politica estera della Svizzera. Per questo il DFAE e la SECO hanno avviato la realizzazione di una guida di buone pratiche per il settore, primo documento di questo tipo a livello mondiale.

La guida si basa su strumenti esistenti, come le Linee guida dell’ Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) destinate alle imprese multinazionali e i Principi guida delle Nazioni Unite su imprese e diritti umani, e offre un catalogo di ricette corredato di numerosi esempi per favorire processi di diligenza in materia di rispetto dei diritti umani.

Le imprese del settore sostengono la guida e l’Associazione svizzera del commercio di materie prime e dei noli marittimi (STSA) – l’associazione mantello del commercio – di recente ha lanciato una formazione rivolta ai professionisti dell’ambito per far comprendere meglio le dimensioni del dovere di diligenza trattate nella guida.

Il 28 novembre 2018 Krystyna Marty, segretaria di Stato supplente del DFAE, ha presentato la guida nel corso di una sessione dedicata al commercio delle materie prime in occasione del settimo Forum dell’ONU su imprese e diritti umani (Ginevra, 26-28 novembre 2018). Sul podio, oltre al DFAE, hanno discusso del tema rappresentanti dell’OCSE, dell’ Institute for Human Rights and Business (IHRB), dell’STSA e di Pane per tutti.

Photo: Pixabay.com

Contatti

[@]direzione@svizzeri.ch
[T]+39 06 4402109
Avvertenze e Privacy
Società Svizzera S.S.D.
P.IVA 14081081003
C.F. 97707560583

link amici

link utili