Wednesday, 22/9/2021 | 11:06 UTC+2
Circolo Svizzero

La Svizzera avvia la verifica del nuovo sistema di voto elettronico

Condividi su:

Alcuni Cantoni intendono riprendere le prove con il futuro sistema di voto elettronico della Posta, la Confederazione organizza una verifica indipendente di tale sistema e del suo funzionamento. La verifica durerà diversi mesi e sarà uno dei fattori determinanti per concedere ai Cantoni l’autorizzazione a riprendere le prove.

La riorganizzazione della fase sperimentale prevede che sia direttamente la Confederazione a far verificare in modo indipendente i sistemi ed il loro funzionamento, assumendo in tal modo una maggiore responsabilità in questo settore. La verifica coprirà l’intero processo, dallo sviluppo del sistema e il suo funzionamento, fino all’emissione delle carte di legittimazione e al conteggio dei risultati delle singole votazioni. La verifica si estende quindi ai Cantoni e ai loro fornitori di servizi.

La Cancelleria federale ha conferito il mandato di condurre la verifica a degli esperti che saranno chiamati a pronunciarsi sulla conformità con i requisiti del diritto federale, sull’efficacia delle misure di riduzione dei rischi e sui possibili miglioramenti nell’ottica di un processo di sviluppo continuo. La valutazione dei rischi e la responsabilità di un eventuale impiego rimangono di competenza della Confederazione (autorità di autorizzazione) e dei Cantoni (svolgimento degli scrutini). I rapporti degli esperti saranno pubblicati una volta conclusa la verifica.

I risultati di questa verifica indipendente saranno presi in considerazione dal Consiglio federale al momento di concedere un’autorizzazione generale a un Cantone che ne fa richiesta.
Le basi legali che si applicano ai sistemi di voto elettronico e al loro funzionamento prevedono una serie di controlli che vanno oltre alla verifica indipendente effettuata sotto l’egida della Confederazione. Per esempio, i Cantoni devono assicurarsi che il fornitore del sistema gestisca un programma di bug bounty pubblico, vale a dire divulghi il codice del sistema e ricompensi finanziariamente chi vi rileva un errore. È altresì previsto uno scambio continuo con la comunità scientifica.

Tutte queste misure sono volte a scoprire e correggere eventuali errori per garantire che i sistemi di voto elettronico ed il loro funzionamento continuino in futuro ad essere oggetto di verifiche e miglioramenti costanti.

fonte: www.bk.admin.ch
photo: pixabay

[@]direzione@svizzeri.ch
[T]+39 06 4402109
Avvertenze e Privacy
Società Svizzera S.S.D.
P.IVA 14081081003
C.F. 97707560583