Friday, 28/2/2020 | 9:53 UTC+1
Circolo Svizzero

Il contributo degli svizzeri nel risorgimento

Condividi su:

Se da Roma si scende lungo la costa verso Napoli, si incontrano a circa metà strada il Circeo e Terracina, più avanti Sperlonga, poi ci si imbatte in uno dei paesaggi più belli d’Italia ed ecco Gaeta (annunciata dalla spiaggia di Serapo e magari dall’ottima pizza dello stabilimento Miramare) con la sua fortezza. Subito dopo c’è Formia, dove la Svizzera è presente nel nome dell’ospedale: “Dono svizzero”, in ricordo dei fondi raccolti nella colletta nazionale elvetica del Secondo dopoguerra e destinati alla città del Basso Lazio, frutto ciò dell’attivismo in particolare del dottor Carlo Zuber e di Alberto H. Wirth, anche fondatore nel 1946 della Scuola Svizzera di Roma.

“Storia dimenticata/Gaeta: sangue svizzero a difesa del Re Borbone” è l’interessante articolo di Giuseppe Rusconi pubblicato su www.rossoporpora.org che propone una riflessione con alcuni spunti storici del contributo degli svizzeri durante il risorgimento.

About

[@]direzione@svizzeri.ch
[T]+39 06 4402109
Avvertenze e Privacy
Società Svizzera S.S.D.
P.IVA 14081081003
C.F. 97707560583