Sunday, 1/8/2021 | 10:42 UTC+2
Circolo Svizzero

Italia e Svizzera verso la Cina

Condividi su:

Quali scenari economici potrebbero verificarsi se si riuscisse a mettere insieme la precisione svizzera, la creatività italiana e le occasioni offerte dallo sterminato mercato cinese? Non si tratta di un luogo comune, ma è l’obiettivo ambizioso del Circolo Svizzero di Roma che ha dato appuntamento ad imprenditrici ed imprenditori, svizzeri ed italiani, desiderosi di fare business nei mercati cino-asiatici. Questo é l’articolo apparso sul Corriere della Sera lo scorso 2 maggio che ha illustrato l’incontro tenuto presso il Grand Hotel Minerva, sul tema “Italia e Svizzera per affrontare insieme i mercati asiatici”.
Totem_rome fin 3
Una collaborazione volta ad affrontare insieme i mercati asiatici.

L’evento seminariale promosso ed organizzato dal Circolo Svizzero Roma (CSR), dall’Associazione della Piccola e Media Impresa Euromediterranea – APIEUROMED e dall’Associazione Italia China MED, per proporre un “modello” di nuovo bacino di mercato/prodotto atto a realizzare un settore in continua evoluzione come il “Made in Italy tecnico e scientifico volto all’ innovatività culturale e finanziaria svizzera per affrontare con successo i mercati Cino – Asiatici”.

Una collaborazione, quella dei proponenti, finalizzata ed organizzata per attrarre nuovi investimenti e valutare sinergicamente sbocchi e socio – economici- lavorativi congiunti.

Durante l’incontro sono state presentate le specifiche delle potenzialità offerte dai mercati cinesi asiatici ad un asse Italia – Svizzera. Il mercato cinese necessita di investire per sviluppare prodotti, creare reti commerciali (network) mondiali. Una realtà che vuole portare innovazione imprenditoriale per una nuova filosofia operativa economico – finanziaria. Il governo popolare della citta di Yaya, sta realizzando un programma – intervento per proporre la città cinese come nuovo polo innovativo lavorativo.

Una realtà unica che unirà oriente ed occidente, un ponte virtuale e reale che darà vita ad un unico centro professionale e commerciale. Le procedure interne per l’approvazione dell’Accordo di libero scambio tra la Svizzera e la Cina sono concluse e dunque l’ALS entrerà in vigore il prossimo 1° luglio 2014. Questo accordo bilaterale di ampia portata era stato firmato il 6 luglio 2013 dal consigliere federale Johann Schneider-Ammann e dal ministro del commercio cinese.

L’ALS migliora l’accesso reciproco ai rispettivi mercati per le merci e i servizi, aumenta la sicurezza giuridica in materia di proprietà intellettuale e, in generale, per gli scambi economici bilaterali. L’ALS prevede l’eliminazione totale o parziale dei dazi doganali su gran parte del commercio bilaterale, contemplando talvolta dei periodi transitori. L’accordo bilaterale in materia di lavoro e occupazione, stipulato contemporaneamente con l’accordo di libero scambio, entrerà in vigore già il 9 giugno.

I lavori sono stati presieduti dal Presidente del Circolo Svizzero Roma, Dr. Fabio Trebbi, introdotti dall’Ing. Alessandro Di Loreto, dell’Associazione ITALI – CHINA MED, e coordinati dal Prof. Fabrizio Traversi, Presidente dell’APIEUROMED.

L’esauriente relatore è stato il Dr. Arrigo Montella, che ha risposto alle domande di un pubblico attento, interessato, curioso e propositivo.

La serata seminariale è stata chiusa splendidamente con la professionale accoglienza del Grand Hotel Minerva e dalla “stellare” cucina del suo chef napoletano.

E’ possibile proporre interventi programmati sul tema “sviluppo mercati cinesi” scrivendo un quesito ed inviandolo a “Circolo Svizzero – via Marcello Malpighi, n. 14 – 00161 Roma oppure a circolo@romeswiss.net”. Sul sito web, verranno date le risposte nell’apposita rubrica che verrà costituita a disposizione degli interessati ed a cura della scrivente.

Fabiana Traversi

Articolo integrale: Corriere della Sera – Roma: voci romane.

About

[@]direzione@svizzeri.ch
[T]+39 06 4402109
Avvertenze e Privacy
Società Svizzera S.S.D.
P.IVA 14081081003
C.F. 97707560583