Wednesday, 22/5/2019 | 9:02 UTC+2
Circolo Svizzero

Ginevra: riduzione catastrofi – Conferenza internazionale

Condividi su:

Il 15 maggio 2019 il direttore della DSC Manuel Sager darà il via alla piattaforma globale per la riduzione dei rischi di catastrofe (Global Platform for Disaster Risk Reduction, GPDRR), una conferenza internazionale sulla prevenzione delle catastrofi. Fino al 17 maggio più di 4.000 esperti provenienti da circa 150 Paesi discuteranno della politica globale per prevenire i disastri naturali.

Per due giorni, Ginevra ospita la più grande conferenza sulla prevenzione delle catastrofi, un settore in cui è particolarmente urgente intervenire e sviluppare meccanismi adeguati.
Catastrofi naturali ed eventi climatici estremi sono in aumento, questi fenomeni danneggiano la natura e l’ambiente e si ripercuotono su tutte le attività umane. Ogni giorno 50.000 persone sono costrette a fuggire a causa delle catastrofi naturali.

È essenziale agire congiuntamente: sia per prevenire miseria e sofferenze sia perché sviluppare la resilienza è meno costoso che ricostruire dopo un disastro. Recenti studi dimostrano che, per ogni dollaro investito in prevenzione, si risparmiano quattro dollari in termini di danni.

La piattaforma globale per la riduzione dei rischi di catastrofe (Global Platform for Disaster Risk Reduction, GPDRR) è una conferenza internazionale che si svolge ogni due anni in località sempre diverse. L’edizione del 2019 è presieduta congiuntamente dall’ufficio dell’ONU per la riduzione del rischio di catastrofi (UNDRR) e dal Governo svizzero.

La conferenza rappresenta un forum per esperti del settore pubblico e privato, del mondo scientifico e della società civile che si fonda su un quadro d’azione comune (Sendai Framework for Disaster Risk Reduction 2015-2030). All’incontro di Ginevra partecipano circa 150 Paesi.

Il direttore della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) Manuel Sager, a cui per la durata dell’evento è stato conferito il titolo di segretario di Stato, aprirà la conferenza in qualità di rappresentante della Svizzera e capo della relativa delegazione ufficiale che è composta da 18 persone.

Nel quadro della «Innovation Platform», MeteoSvizzera, l’UFAM, l’Istituto per lo studio della neve e delle valanghe (SLF) e il Servizio Sismico Svizzero (SED) insieme all’UFPP – tutti servizi specializzati della Confederazione che si occupano di pericoli naturali – presentano la loro collaborazione nel settore degli allarmi relativi ai pericoli naturali, partendo dal rilevamento e dalla condivisione di dati di misurazione fino ad arrivare all’elaborazione e alla diramazione di dati di allerta per la popolazione, le autorità e gli specialisti.

I risultati dell’incontro di Ginevra confluiranno nei dibattiti del Forum politico di alto livello sullo sviluppo sostenibile e nel vertice dell’ONU sul clima, annunciato dal segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres per il settembre del 2019 a New York.

Per la comunità internazionale, la conferenza di Ginevra è l’occasione più vicina per portare avanti l’attuazione degli obiettivi dell’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile (Obiettivi di sviluppo sostenibile) e degli impegni assunti durante il vertice sul clima di Parigi. (Fonte: admin.ch)

Photo: Pixabay.com

Contatti

[@]direzione@svizzeri.ch
[T]+39 06 4402109
Avvertenze e Privacy
Società Svizzera S.S.D.
P.IVA 14081081003
C.F. 97707560583

link amici

link utili